Categorie
generale

Io e il coronavirus (5) – Pericolo mortale

Sembrava che tutto dovesse finire con l’estate. Che era tutta una fantasia lo dimostrano i numeri. Proprio in estate hanno ripreso a salire i numeri raggiungendo valori preoccupanti e in grado di far precipitare la situazione per quanto riguarda l’assistenza sanitaria. E ancora non sono arrivati i fenomeni invernali che già in passato mettevano in ginocchio il sistema sanitario. Purtroppo siamo in guerra totale contro un nemico invisibile, pronto a colpire indiscriminatamente. Da parte nostra non abbiamo, ancora, armi per contrastarlo se non la difesa (DPI, igiene delle mani, distanziamento).

Ma quali sono i settori a rischio? trasporti, scuole, ospedali, ristoranti, cinema, teatri, tutti quei luoghi con elevato numero di persone in spazi ristretti e per tempi prolungati. Soluzioni? distribuire nel tempo e nello spazio le persone. Aumentare il numero di mezzi a disposizione degli utenti; diversificare gli orari di accesso; didattica mista, in presenza e a distanza, con alternanza degli orari per ogni singola classe tra mattino e pomeriggio. Poche piccole manovre per impedire la chiusura totale con crollo non solo e non tanto dell’economia, quanto piuttosto del benessere individuale e sociale.

Basta poco, che ci vuole?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.