Categorie
cronaca

Cose sensate

Qualcuno sostiene che si sarebbe potuto fare di più, ma cose concrete ne conto tante: l’acquisizione di ventilatori, l’aumento dei posti letto, i Covid hospital, abbiamo in programma l’aumento degli specializzandi e adesso anche nuove assunzioni di medici e infermieri.
Certo si tratta di personale che sul campo si può formare per ciò che riguarda l’essenziale, però è un qualcosa in più e di importante. Tutto questo è sufficiente? Forse no. Si poteva fare di più mi chiede? Senz’altro, si può sempre fare di più. Ma non dimentichiamo neppure che veniamo da anni in cui la sanità è stata continuamente impoverita e decurtata: il sistema sanitario non ha dovuto solo reagire alla pandemia ma anche fare i conti con questo aspetto, per nulla secondario, e recuperare terreno.

La filosofia corretta è quella di sospendere il superfluo, magari con un temporaneo restringimento della circolazione serale e notturna, declinando gli orari di apertura dei locali. Perché è d’obbligo tutelare necessità come il lavoro e la scuola.

(Massimo Antonelli – CTS)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.