Zuccheri e carboidrati aumentano il rischio di demenza

E’ quanto emerge da uno studio pubblicato sul Journal of Alzheimer’s Disease. Gli anziani che mangiano cibi come cappuccino e brioches, marmellate e merendine hanno un rischio quattro volte maggiore di sviluppare demenza, per colpa dell’alto contenuto di carboidrati e zuccheri. La probabilità si riduce in quanti consumano più proteine e grassi rispetto ai carboidrati. Sono stati ammessi allo studio 1230 individui con età tra 70 e 89 anni cui è stato chiesto cosa avessero mangiato nell’anno precedente e che sono stati sottoposti ad una valutazione cognitiva formale. Ai 940 che non presentavano deficit cognitivi è stato chiesto di tornare a controllo. A quattro anni di distanza 200 cominciavano a mostrare decadimento cognitivo lieve e problemi di memoria, linguaggio, pensiero e giudizio in misura maggiore di quanto prevedibile per le persone di pari età. Di più quelli che all’indagine preliminare avevano dichiarato un maggior apporto di carboidrati. DI meno quelli che assumevano più grassi. Di qui la necessità di un’alimentazione sana ed equilibrata.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.