In difesa dei lavoratori onesti

televisioneTv scandalistica

Facile sparare nel mucchio. Ancor di più quando si citano dichiarazioni non vere o si invitano persone che non sono rappresentative della realtà. E che l’effetto di tali scelte poco felici sia devastante lo dimostra, tra le altre cose, il fatto che anche persone che, come me, non seguono le trasmissioni relative hanno accusato il colpo di una vera e propria valanga mediatica per nulla lusinghiera.

Il buongiorno del mattino

Commediola leggera, ben scritta, ben diretta e ben interpretata.  Ancora una volta gli americani insegnano su come si possa fare un film divertente, non urlato,  figlio di una coordinazione di tutta la “filiera” produttiva. La vicenda di per sè è banalotta e se proprio si vuole trovare una morale può essere quella del rapporto tra generazioni. Quella che colpisce di più, però, è la distanza dai film italiani, spesso urlati, sempre “pompati” e a volte successi di botteghino decretati da un pubblico altrettanto sempliciotto di quello americano ma molto più becero.