Mobilitazione dei medici

mobilitazioneStati generali

Oggi, a Roma, mobilitazione dei medici ed odontoiatri
Questi i temi che saranno dibattuti nel corso della manifestazione:
1 – Il ruolo del medico nell’evoluzione della sanità per la cura delle persone.
2 – riforma del Titolo V della Costituzione e le criticità della frammentazione in 21 sistemi regionali: “Una sanità a pezzi, meno diritti, più diseguaglianze”.
3 – Quale futuro per le giovani generazioni, una risorsa da tutelare: “Tra formazione e precariato”.
4 – Responsabilità professionale medica e odontoiatrica.
5 – L’appropriatezza clinica, patrimonio della professione

Linea d’Ombra


Serata finale del Festival, stasera al Versi, con “il difficile mestiere di vedova” di Silvana Grasso con Lucia Maglietta. L’evento è realizzato in collaborazione con la Fondazione Salerno Contemporanea e precederà la proclamazione dei vincitori che avverrà nell’adiacente isola pedonale.

Trinità


Direttamente da Gazebo il trio (appunto la Trinità) Diego Zoro Bianchi, Roberto Angelini e Giovanni Di Cosimo si esibiranno in una sessine live al Teatro Verdi. Da non perdere.

Linea d’ombra

Una involontaria sovrapposizione porta il festival delle CUlture Giovani nello scenario del Teatro Verdi. Da oggi fino a domenica 8 si svolgerà a Salerno la XVIII edizione della manifestazione. Ricco il cartellone, con partecipazione gratuita. Il programma sul sito dell’iniziativa (link). Di interesse oggi la partecipazioe di GIobbe Covatta in “quello che ho capito dei Monty Pyton” e lo spettacolo “Pitecus” ovvero il rapporto tra l’uomo e le sue perversioni.

Festival delle generazioni

Si conclude oggi a Firenze la prima edizione del “Festival delle Generazioni”. La tre giorni di musica ha avuto l’obiettivo dichiarato di creare un ponte generazionale tra anziani e giovani in maniera molto “dinamica”: musica, dibattiti, spettacoli, arte e creatività. Lo svago alternato alla riflessione, i giovani con gli anziani. Convegni e dibattiti, momenti di analisi e riflessione, rassegne stampa, concerti, una grande mostra fotografica, dialoghi e intermezzi musicali, incontri con scrittori e scienziati, un mercato delle idee, e poi cinema, videoclip ed eventi speciali. Un’esperienza da diffondere e riproporre nelle varie realtà territoriali del paese.

Spazio ai giovani

“Circa il 60% dei medici iscritti al fondo Enpam ha tra i 50 e i 59 anni di età, e il 15,7% ha più di 60 anni: si pone quindi il problema di aprire maggiormente alle giovani generazioni”. Ad affermarlo è il ministro Balduzzi. E’ un problema di difficile soluzione. Da qui a dieci anni ci sarà un esodo di proporzioni bibliche, le pensioni saranno sempre più ridotte, in molti continueranno, bene o male, a lavorare (salute permettendo). Dal versante “giovani” ce ne saranno pochi e c’è da credere che cercheranno condizioni lavorative meno onerose di quelle attuali. Probabile l’importazione di medici di altra nazionalità, comunitari o extracomunitari che siano.

Anno dell’Invecchiamento Attivo

Nonni su Internet. Il corso di alfabetizzazione digitale organizzato dalla Fondazione Mondo Digitale di Roma è uno dei migliori esempi pratici di quest’Anno dell’Invecchiamento Attivo. Anziani che apprendono ad utilizzare il computer, aiutati da giovani e giovanissimi. Un’idea rivoluzionaria e di interscambio culturale ed emotivo fra generazioni che non poteva trovare espressione migliore. Un’idea da riprendere e, perchè no, riproporre

Ubriàcati di vita

La campagna è realizzata dall’Associazione amici del trapianto di fegato (Aatf), in collaborazione con il Tour Music Fest, festival internazionale della musica emergente, ed è patrocinata da ministero della Salute, Centro nazionale trapianti (Cnt), Associazione italiana donatori di organi, tessuti e cellule (Aido), Fondazione italiana ricerca in epatologia (Fire), Associazione italiana studio fegato (Aisf), Società italiana trapianti d’organo (Sito), Società italiana di alcologia (Sia), Segretariato sociale Rai, Roma Capitale e Associazione nazionale comuni italiani (Anci).

Settimana del cervello: i giovani e la violenza

La cronaca internazionale propone spesso notizie di cronaca nera relativa a violenze perpetrate da giovani adolescenti. Spesso ci si interroga, senza una risposta definitiva, sulle ragioni. I fattori sono molti e anche quando vengono individuati ci si chiede perchè, a parità di condizioni, alcuni adolescenti diventino violenti ed altri no.

Settanta ma non li dimostra.

I medici italiani sono sempre più anziani. Un terzo di quelli in attività ha superato i 55 anni ed il blocco del turnover costringerà i medici a lavorare fino ai 66 anni e oltre, spesso di notte. Cosa succederà al “malcapitato” cittadino che avrà bisogno di notte di un intervento urgente e si troverà di fronte una persona spesso più malandata di lui? Sichiede tantissimo agli anziani e non si offre nulla ai giovani, alla faccia dell’equità.