Funzioni motorie e cognitive ed ipotensione ortostatica

Un interessante poster sulle funzioni cognitive e motorie nei pazienti con ipertrofia prostatica benigna (IPB) affetti da ipotensione ortostatica (OH) indotta da alfa-bloccanti è stato presentato nel corso dell’ultimo Meeting dell’American Academy of Neurology (link). Gli alfa-bloccanti di solito vengono prescritti per la gestione dell’ipertrofia prostatica benigna, ma spesso sono accompagnati dall’effetto negativo dell’ipotensione ortostatica e il suo impatto clinico non è stato ben studiato. Nello studio sono stati esaminati pazienti con IPB di età superiore ai 65 anni e che avevano assunto un alfa-bloccante da oltre un anno con esclusione dei pazienti con storia pregressa di ipotensione ortostatica, ictus o demenza. Per la diagnosi di OH, tutti i pazienti sono stati sottoposti ad head-up tilt test. La valutazione neuropsicologica è stata condotta con il Mini-Mental State Examination (MMSE) e il Montreal Cognitive Assessment (MoCA), insieme con la scala di valutazione motoria unificata per il Parkinson (UPDRS) in alcuni pazienti. I punteggi MMSE ≤25 sono stati definiti come decadimento cognitivo lieve (MCI). Un’analisi comparativa è stata effettuata tra i pazienti con OH e pazienti senza (controllo). Da aprile 2011 fino a marzo 2012, sono stati arruolati in totale 51 pazienti (età 69,7 ± 8, tutti maschi). Tra questi, l’ipotensione ortostatica è stata identificata in 31 soggetti (61%), un MCI è stata diagnosticata in 15 e la percentuale non era differente tra il gruppo OH e controllo (32 vs 25%, p = 0.58).Tuttavia, il gruppo OH ha mostrato la tendenza ad uno span di cifre più ridotta rispetto al controllo (4.9 ± 1.7 vs 5.7 ± 1.4, p = 0,08), che è diventato significativo nel sottogruppo dei più anziani (≥71y, 4,3 ± 1,2 vs 5,9 ± 1,2 , p = 0,01).Il gruppo con ipotensione ortostatica ha mostrato anche una funzione motoria significativamente compromessa con una UPDRS molto più alta nel punteggio motore (14.8 ± 13.5 vs 3.7 ± 4.8, p = 0,02) rispetto al controllo. In conclusione una porzione sostanziale di pazienti con ipertrofia prostatica benigna che assumono alfa-bloccanti sviluppare può sviluppare ipotensione ortostatica. Questa ipotensione ortostatica “indotta” non ha effetti significativi sulla funzione cognitiva, ma potrebbe essere eventualmente essere associata a disturbi della memoria di lavoro e a rallentamento motorio negli anziani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *